Post

Post in evidenza

Benvenuto ai fratelli che prestano attenzione alle profezie

Immagine
Caro fratello,
sei capitato su questo blog per caso oppure stavi cercando qualcosa di specifico? In entrambi i casi sei il benvenuto. Vorrei innanzitutto rassicurarti. Questo blog non è stato aperto con scopo di criticare il Cd o ridiscutere le dottrine primarie. Non è gestito da apostati. E' vero, alcuni articoli toccheranno argomenti delicati e certe espressioni potresti considerarle come una critica gratuita verso chi prende la direttiva ma non è così. Lo scopo di questo blog, come puoi anche leggere nell'intestazione, è quello di prestare attenzione alla profezia senza condizionamenti di alcun genere e senza doppi fini. Questo verrà fatto solo attraverso l'autorità della Bibbia. Chi ti scrive è profondamente convinto, come lo sarai anche tu del resto, che la Bibbia è la Parola di Dio.


Sappiamo entrambi che il nome di Dio è Geova e che tutte le discussioni sulla "pronuncia esatta" sono inutili e fuorvianti. Sappiamo entrambi che Gesù Cristo è il figlio di Dio…

8° elenco dei post pubblicati

Periodo (03/02/2018 – 18/04/2018) 99° post dal titolo “Non permettiamo alla conoscenza di gonfiarci”. Il pericolo del gonfiarci d'orgoglio è sempre dietro l'angolo. Meditiamo attentamente sui nostri sentimenti ricordando che l'onore spetta solo a Geova. http://attenzioneallaprofezia.blogspot.it/2018/02/non-permettiamo-alla-conoscenza-di.html
100° post dal titolo “Ingresso nella terra promessa: cosa significherà per chi ci sarà”. Riflettiamo attentamente sulla nostra speranza e agiamo di conseguenza per non perdere il premio. http://attenzioneallaprofezia.blogspot.it/2018/02/ingresso-nella-terra-promessa-cosa.html
101° post dal titolo “Quando il male non ci sarà più”. A volte ci è difficile credere alle meravigliose promesse di Dio. La bontà di Dio ci stupirà oltre ogni immaginazione. http://attenzioneallaprofezia.blogspot.it/2018/02/quando-il-male-non-ci-sara-piu.html
102° post dal titolo “144.000 E OLTRE...”. Articolo fondamentale per comprendere davvero se gli "unti" son…

666: svelato il mistero del più discusso tra i numeri

Immagine
È qui che ci vuole sapienza: chi ha perspicacia calcoli il numero della bestia feroce, perché è un numero d’uomo. Il suo numero è 666 – Rivelazione 13:18

Rivelazione è una successione di sette. Tra i principali possiamo ricordare i 7 sigilli, le 7 trombe e le 7 coppe dell’ira di Dio. Questi non sono ovviamente gli unici sette che compaiono nell’ultimo libro della Bibbia; magari ci sono venute in mente le 7 congregazioni, i 7 occhi e corna dell’agnello, i 7 spiriti di Dio, i sette candelabri e via discorrendo. Comunque anche se gli altri sette rivelano particolari fondamentali in merito al Signore, a Geova Dio e al potere dello Spirito Santo, tutta l’azione di Rivelazione si svolge durante i sigilli, le trombe e le coppe. Dal raffronto di queste scritture comprendiamo che il numero sette ha relazione con i propositi di Dio per la terra. Sappiamo che in Rivelazione si parla di una bestia, chiamata “falso profeta”, la quale vuole prendere il posto di Dio** (vedi la seconda nota in calce)…

Non possiamo evitare di parlare di ciò che abbiamo imparato

Immagine
"L’uomo buono tira fuori dal buon tesoro del suo cuore ciò che è buono, ma l’uomo malvagio tira fuori dal suo malvagio tesoro ciò che è malvagio, perché è dall’abbondanza del cuore che la bocca parla" - Luca 6:45

Quando conoscemmo e capimmo per la prima volta il messaggio predicato dai Testimoni di Geova provammo una gran gioia, sentimmo nel profondo del cuore che era la verità. Dopo poco tempo siamo stati in grado di comprendere e di spiegare queste verità ad altri; la Parola di Dio era un libro aperto o pensavamo che lo fosse. Poi, dopo un certo numero di anni, ci siamo resi conto che non bastavano le dottrine primarie per asserire d’essere il popolo di Dio. Ci siamo resi conto che qualcosa che non andava; bisognava andare più a fondo. La conoscenza delle verità primarie non è cambiata ma dopo un po’ abbiamo sentito la necessità di continuare a scavare e approfondire. Ben presto, però, ci siamo resi conto che se durante la nostra ricerca avessimo disseppellito qualc…

Ubbidiamo alle "istruzioni strane" della Parola di Dio

Immagine
Costruisci un’arca di legno resinoso. Nell’arca dovrai fare degli scompartimenti, e dovrai coprirla di catrame dentro e fuori” - Genesi 6:14
La Parola di Dio contiene tutte le informazioni utili per la nostra salvezza – Ecclesiaste 7:11; Matteo 7:24; Giovanni 17:3; 2 Timoteo 3:14-17 Non a caso in Essa viene ribadito, molto spesso, l’importanza dello studio, della preghiera e dell’attenta meditazione. Come abbiamo visto negli articoli precedenti, non possiamo relegare ad altri la responsabilità di studiare la Parola di Dio. Quando ci siamo battezzati ci siamo assunti personalmente questa responsabilità che, tra l’altro, può dimostrare la sincerità della nostra dedicazione. D’altronde abbiamo sempre utilizzato l’esempio del bambino che dice di voler bene al proprio padre senza ascoltarlo mai. Possiamo dire di amare Geova se facciamo sempre tutto meccanicamente, senza accertarci mai, senza scavare mai nella Sua Parola? O, peggio ancora, possiamo dire di amare Geova se facciamo ricerche biblic…